Commando vs. Father.io

 

Sono fermo con i giochi sparatutto ai tempi di , videogioco prodotto dalla softwerhouse giapponese Capcom nel 1985.

Ci giocavo al mare sugli Arcade e su Amiga 500 a casa, ora siamo arrivati a .

Commando vs. Father.io rappresenta un salto di trent’anni nel modo di giocare agli sparatutto, per il momento.

  • Nel 2012 facendo brain storming durante InnovActionLab e ragionando su una gaming app, uscì fuori un’idea che prima o poi avremmo visto sul mercato. Un’app virale che grazie alla geolocalizzazione metteva i giocatori sulla mappa reale.
  • Nel luglio 2013 nei giorni dell’inaugurazione del MUSE, a Trento, in una piazzetta del centro alcuni ragazzi testavano un’app con un arduino montato sui telefonini. Wow, era già realtà in sperimentazione.
  • Nel 2016 ritrovo quei ragazzi su Indiegogo, una delle piattaforme di crowdfunding esistenti, con Father.io.
    A campagna in corso e mancando ancora 20 giorni alla fine della stessa, ha più che triplicato la richiesta base di 50 mila dollari (widget sulla destra) ed è destinata a crescere ancor di più.

Grazie ad un piccolo device dal costo tra i 20 e 30 dollari da sincronizzare con un’app, permette di giocare a , uno dei più famosi sparatutto degli ultimi anni, portando i personaggi del gioco, nella vita di tutti i giorni, grazie alla geolocalizzazione.

E’ una rivoluzione nel gaming.

L’interazione uomo-gioco-ambiente reale fa prevedere scenari nuovi in molti ambiti ma sono sicuro che il settore dell’advertising di prossimità si inserirà molto bene in questo tipo di tecnologia.

Considerando ad esempio, che già ora, giocando a Call of Duty con il device, è possibile ottenere bonus di diverso tipo in base alla location in cui si affronta la sfida, come ad esempio il bonus energia qualora la missione sia avvenuta in un ospedale o una farmacia.

Seguo con curiosità sia la campagna Indiegogo sia gli sviluppi futuri del gaming svolto sul territorio reale e con giocatori reali. E tra Commando vs. Father.io  scelgo indubbiamente Father.io e quello che ne seguirà, stando attenti a non essere infettati dal virus.

All’inizio dicevo che ero fermo con gli sparatutto a Commando, eccolo, lo ricordi? La fai una partita?

Press play on tape

commandocredits: http://www.classicgamesarcade.com/

Sto pensando di approfittare di questa offerta: 10 Inceptor a 200 dollari più spese di spedizione, e cerco interessati a condividere l’acquisto di uno o più Inceptor. Se ti interessa mandami una mail, c’è tempo fino al 24 marzo 2016 per ordinarne uno.

Inceptor